Un caso di locazione: Giovanna e gli studenti universitari


La signora Giovanna è proprietaria di un appartamento in zona universitaria che affitta regolarmente a studenti. Per tre anni abitano l’immobile tre giovani Davide, Simone e Valerio. La signora Giovanna va d’accordo con i primi due, meno con Valerio che però lascia l’appartamento dopo due anni. L’anno successivo anche Davide e Simone vogliono lasciare l’immobile di proprietà della signora Giovanna che però sostiene di trovare diversi danni sia all’appartamento che ad alcuni elettrodomestici. La signora Giovanna sa che a procurare i danni è stato Valerio ma vuole comunque che i due giovani rimasti la rimborsino. In sede di mediazione è emerso che tutte le criticità fra la signora Giovanna e gli studenti erano state determinate dalla presenza del terzo inquilino ormai non più presente e che in realtà Davide e Simone erano ben disposti nei confronti della signora e viceversa. Ma senza l’aiuto di un mediatore i tre non sarebbero riusciti a parlarsi in maniera aperta, sincera e pacata e probabilmente sarebbero finiti in tribunale. Alla fine, invece, a fronte degli oltre 5mila euro di danni (periziati da un consulente tecnico della proprietaria) i ragazzi si sono impegnati a porre in essere personalmente alcune riparazioni e a sostituire alcuni pezzi degli elettrodomestici danneggiati per una cifra complessiva di spesa molto inferiore al danno stimato (qualche centinaio di euro). La signora Giovanna e i due ragazzi si sono chiesti vicendevolmente scusa e si sono lasciati in buoni rapporti.