VANTAGGI

speedometer14

RAPIDITA’
Rispetto alla durata dei processi, che richiedono più udienze nell’arco di diversi anni, la mediazione si conclude, al massimo entro 3 mesi.
Secondo una recente ricerca della Banca d’Italia un’impresa in Italia per avere giustizia in una controversia commerciale deve aspettare in media 2000 giorni con punte nel meridione di 2190 giorni. Stiamo parlando di più di sette anni di attesa per una sentenza.

 

convenienza

ECONOMICITA’ 
Non si pagano tasse giudiziarie né imposta di bollo.
Si pagano solo i diritti di segreteria  e gli onorari del mediatore. Consulta la nostra Tabella delle indennità. Il verbale di accordo è esente dall’imposta di registro entro il limite di valore di 50.000 euro e totalmente esente dall’imposta di bollo. Tutti usufruiscono di un credito d’imposta fino ad Euro 500 sul mod. 730, UNICO o CUD, per le spese sostenute previsto dall’art. 20 del d. lgs. n. 28 del 4 marzo 2010 (questo significa che a seconda del valore della controversia si potrebbe recuperare anche l’intero importo versato)

 

locked59RISERVATEZZA
Il procedimento conciliativo è riservato. quello che si dice in corso di mediazione resta nelle nostre stanze, dunque la privacy delle parti in causa è completamente garantita.
Le dichiarazioni rese dalle parti nel corso dell’incontro con il mediatore non possono essere divulgate né essere utilizzate in un successivo giudizio.
Altresì sono riservati tutti i dati di cui l’Organismo viene a conoscenza durante il procedimento di mediazione.

 

justice

IMPARZIALITA’ E INDIPENDENZA
Il mediatore è un terzo imparziale, con una specifica preparazione, che non ha il compito di decidere chi ha torto e chi ha ragione, ma quello di aiutare le parti a risolvere una lite, mediante un accordo soddisfacente per entrambe.

 

 

 

ALTRI VANTAGGI

• il verbale di conciliazione inoltre costituisce titolo esecutivo, ha cioè valore di sentenza;
• l’assoluta informalità della procedura. Questo sta a significare che le parti, in accordo con il mediatore, sono libere di gestire l’incontro di mediazione in base alle loro esigenze senza che un elemento esterno imponga loro regole predeterminate;
• sono eliminate le incertezze della sentenza in quanto entrambe le parti sanno da subito quali sono i risultati della mediazione. Questo permette di vivere questo momento in modo più sereno;
• non si rischia la condanna alle spese;
• se le parti non giungono ad un accordo non perdono nessun diritto e sono libere di abbandonare la procedura di mediazione in qualsiasi momento. In una causa, invece, le parti subiscono la decisione di un giudice che stabilisce chi ha torto e chi ragione. La controversia quindi viene risolta, ma il conflitto tra le parti perdura. Attraverso la mediazione, invece, le parti stesse, con l’aiuto di un mediatore, cercano di superare il loro problema ricostruendo il rapporto in chiave positiva e giungendo ad una soluzione da loro stesse condivisa.

 

LA MEDIAZIONE     COS’E’     SOGGETTI   COSA MEDIARE