COS’E’

La Mediazione Familiare è un percorso nel quale la coppia, in un ambiente Neutrale, ha l’opportunità di negoziare tutte le questioni relative alla propria separazione, sia dal punto di vista relazionale che da quello economico.

Protagonisti indiscussi della Mediazione Familiare sono i coniugi che, grazie all’ausilio di un Terzo Imparziale, stabiliscono insieme, durante gli incontri, gli accordi che meglio si adattano ai bisogni dell’intera Famiglia, specialmente nell’interesse dei Figli.

Il servizio di mediazione familiare si rivolge, dunque, alle coppie di coniugi che, avendo deciso di separarsi o divorziare, non riescono a raggiungere un accordo sulle relative condizioni, ma non vogliono neanche intraprendere un lungo, costoso e faticoso procedimento giudiziario.

Lo scopo dell’attività di mediazione non è quello di permettere una riconciliazione della coppia (in tal caso deve farsi ricorso ad uno psicologo o ad un consulente matrimoniale), bensì quello di permettere la formazione di un consenso reciproco in ordine alle condizioni per la separazione o per il divorzio, evitando (o riducendo al minimo) ogni forma di conflitto.

L’attività di mediazione viene svolta da due mediatori (un avvocato e uno psicologo) e si articola in sedute nelle quali vengono affrontati assieme ai coniugi i problemi insorti in sede di separazione o divorzio.

Gli argomenti che vengono discussi durante il percorso di Mediazione Familiare, riguardano sia la sfera relazionale che la sfera economica.

Sfera Relazionale: Affidamento di Figli, Bisogni dei Genitori, Continuità Genitoriale, Calendario delle Visite del Genitore non affidatario, Scelte Educative, Comunicazione della Separazione ai Figli.

Sfera Economica: Negoziazione dell’Assegno di Mantenimento, Assegnazione casa coniugale, Impegni economici per i Figli, Divisione dei Beni Comuni.