AGEVOLAZIONI ECONOMICHE

In caso di successo della mediazione lo Stato riconosce un credito d’imposta commisurato all’indennità stessa, fino a concorrenza di 500 euro. In caso di insuccesso della mediazione, il credito d’imposta è ridotto della metà (art. 20 D.Lgs. 4 marzo 2010 n. 28). Di fatto, l’indennità pagata, fino ad un massimo di 500 €, viene totalmente recuperata detraendo dalle tasse da pagare l’importo corrisposto per la procedura di mediazione.

In caso di insuccesso della mediazione, il credito d’imposta è ridotto alla metà.

 

 

MODALITA’ DI PAGAMENTO      CASI DI MAGGIORAZIONE

TARIFFE     RIMBORSI SPESE