Il Ministero della Giustizia “sente” gli esperti: finalmente tavolo tecnico per la mediazione


Ecco il testo del Decreto del Ministro della Giustizia per l’istituzione di un Tavolo Tecnico sulle procedure stragiudiziali in ambito civile e commerciale

VISTO il decreto legislativo 4 marzo 2010 n.28 emanato in attuazione dell’articolo 60 della legge 18 giugno 2009, n. 69, in materia di mediazione finalizzata alla conciliazione delle controversie civili e commerciali e successive modifiche ed integrazioni;

VISTA  la legge 10 novembre 2014 n. 162 di conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 12 settembre 2014, n. 132, recante misure urgenti di degiurisdizionalizzazione ed altri interventi per la definizione dell’arretrato in materia di processo civile;

CONSIDERATA l’esigenza di un’approfondita ricognizione sistematica delle procedure stragiudiziali esistenti e di un loro possibile incremento al fine di contribuire alla deflazione del contenzioso giudiziario ed al potenziamento dell’accesso alla giustizia per tutti i cittadini;

RITENUTO che occorra altresì consolidare il sistema italiano di ADR, elaborando modelli innovativi e buone prassi e propugnandone la diffusione su tutto il territorio nazionale;

VALUTATA al riguardo l’opportunità di avviare un confronto con le organizzazioni e le associazioni di organismi professionali e privati di categoria, al fine di raccoglierne le istanze e di condividere il progetto di implementazione delle procedure stragiudiziali;

ATTESA l’opportunità di valutare anche la possibile elaborazione di nuove proposte normative in materia di ADR;

CONSIDERATA in ogni caso l’esigenza di promuovere un percorso professionalizzante, in modo da consentire la formazione di un’alta qualificazione in ADR, tale da contribuire alla costruzione di un sistema italiano che si ponga come modello di riferimento in Europa;

RITENUTA al riguardo anche la necessità di favorire l’implementazione delle relazioni con gli ADR Policy Makers a livello europeo;

CONSIDERATO sotto un profilo strettamente metodologico, che il Tavolo tecnico sulle procedure stragiudiziali in materia civile e commerciale si articolerà in modo diacronico attraverso la fase della programmazione, dell’osservatorio, della condivisione e della circolazione delle buone prassi sul territorio nazionale ed infine della formulazione di eventuali proposte di riforma;

RITENUTA infine l’essenzialità del ricorso a competenze interdisciplinari e del confronto nell’ambito delle fasi di rispettiva competenza , anche con i Presidenti delle associazioni rappresentative degli organismi di mediazione, i Presidenti dei Consigli dell’ordine forense, i dirigenti delle strutture giudiziarie, i rappresentanti della SSM, gli esponenti del  mondo  accademico,  le associazioni imprenditoria!i.

DECRETA

Art. 1

È istituito, presso l’Ufficio di Gabinetto del Ministro della Giustizia, un Tavolo Tecnico sulle procedure stragiudiziali in materia civile e commerciale, incaricato di promuovere la materia dell’ADR secondo un modello moderno ed efficiente e favorendo la circolazione delle buone prassi in tutto il territorio nazionale ed a livello europeo.

Art. 2

Il Tavolo Tecnico di cui all’art. 1 è così composto:

Dott. Pietro Gancitano – Consigliere per le Libere Professioni del Ministro

Prof.ssa Paola Lucarelli – Professore ordinario di diritto commerciale Università degli Studi di Firenze

Prof. Mauro Bove – Professore ordinario di diritto processuale civile Università degli Studi di Perugia

Dott.ssa Luciana Breggia – Presidente di Sezione – Tribunale di Firenze

Prof.ssa Chiara Giovannucci Orlandi – Professoressa a contratto di ADR strumenti alternativi di soluzione delle controversie Università di Bologna

Avv. Prof Marco Marinaro – Foro di Salerno, patrocinante in Cassazione

Dott.ssa Mirella Delia Giudice – Tribunale di Bari

Prof. Alberto Maria Tedoldi – Professore associato di diritto processuale civile Università di Verona

Prof. Carlo Alberto Giusti – Professore di diritto commerciale Università degli Studi eCampus

Avv. Donato Di Campli – Coordinatore Commissione ADR del Consiglio Nazionale Forense

Dott.ssa Alessandra Cataldi – Direttore Generale per i sistemi informatvi automatizzati

Dott.ssa Giuliana Palumbo – Direttore Generale di statistica e analisi organizzativa

Dott. Cesare Russo – Magistrato coordinatore Ufficio II della Direzione Generale della Giustizia Civile del Dipartimento per gli Affari di Giustizia

Dott.ssa Silvana Bastianello – Ufficio stampa e informazione

Art. 3

Le sedute del Tavolo tecnico saranno convocate ogni volta che se ne ravvisi la necessità e, comunque, di regola con cadenza periodica.

Art. 4

Il Tavolo è presieduto dal Consigliere per le Libere Professioni del Ministro.

Il Capo di Gabinetto, il Capo dell’Ufficio Legislativo, il Capo del Dipartimento per gli Affari di Giustizia, il Capo del Dipartimento dell’Organizzazione Giudiziaria (o un loro delegato) possono partecipare, in ogni momento, ai lavori del Tavolo Tecnico.

Art. 5

La Prof.ssa Paola Lucarelli è la coordinatrice del Tavolo, incaricata di:

  1. proporre all’Ufficio di Gabinetto le specifiche questioni da affrontare e selezionare il materiale documentale da distribuire ai componenti;
  2. seguire costantemente i lavori;
  3. individuare, anche tramite la segreteria tecnico-scientifica di supporto, gli strumenti per raccogliere proposte ed indicazioni dai soggetti o organizzazioni non indicati come componenti del Tavolo. A tal fine può sottoporre all’Ufficio di Gabinetto l’esigenza di procedere a specifiche audizioni;
  4. ricevere le relazioni conclusive delle varie fasi del Tavolo e proporre al Ministro, al termine della consultazione, le linee programmatiche di azione di tipo legislativo ed organizzativo.

Art. 6

I lavori del Tavolo si concluderanno entro il 30 giugno 2020, salvo proroga.

Art. 7

Il  Tavolo  tecnico di cui all’art. 1 si avvarrà di una Segreteria Tecnico-Scientifica composta come segue:

Rossella Pegorari, Magistrato addetto al Gabinetto del Ministro;

Carlotta Calvosa, Magistrato addetto al Gabinetto del Ministro,

Federico Rolfi, Magistrato addetto all’Ufficio legislativo;

nonché di una Segreteria Organizzativa composta dal seguente personale:

Silvia De Rosa, cancelliere esperto addetto al Gabinetto del Ministro;

Barbara Paradiso, assistente giudiziario addetto al Gabinetto del Ministro.

Art. 8

Ai componenti del Tavolo Tecnico di cui all’ art. 2, nonché ai componenti della segreteria tecnico-scientifica di cui all’articolo 7, verrà attribuito, ove competa, esclusivamente il rimborso delle spese previste a norma della vigente legislazione in materia.

La spesa di cui al  precedente  comma, graverà sul  bilancio del  Ministero della Giustizia  per l’anno 2019 – Missione 32 – U.d.V. 2.1 – Indirizzo politico – Gabinetto e Uffici di diretta collaborazione ali’opera del Ministro – Azione Indirizzo politico-amministrativo – Capitolo I 081, piano gestionale 3 “Missioni del personale civile”, piano gestionale 23 “Missioni all’interno dei magistrati” e  piano  gestionale  27  “Spese  di  trasporto  e  di  soggiorno  ai  componenti  di commissioni , comitati e tavoli di lavoro, estranei all’amministrazione”, nel rispetto dei limiti di spesa previsti dalla legislazione vigente.

Roma,   23 DIC. 2019