Corte d’Appello di Firenze II sezione civile La corte di Appello di Firenze, Sezione II Civile, composta dai magistrati: – dr. M. Barberisi                                                                               Pres. – dr.ssa C. Santese                                                                           Cons. rel. – dr. E. Covini                                                                                     Cons. ha pronunciato la seguente ordinanza nella causa iscritta al n. — del…

Read More »

Attenzione al primo incontro durante la mediazione ordinata dal giudice in corso di causa: le parti, dopo aver discusso la vertenza, non possono limitarsi ad affermare che non sussistono le condizioni per mediare, ma devono anche motivare tali ragioni. Diversamente, il tentativo di mediazione si deve considerare come non concluso. Lo chiarisce il Tribunale di…

Read More »

L’obbligo del tentativo di mediazione non si estende alla chiamata in causa del terzo: di conseguenza le domande rivolte nei confronti di soggetti diversi da quelli originari della lite non sono sottoposte ad alcuna condizione di procedibilità. È quanto precisato dal Tribunale di Palermo con una recente ordinanza. Nel caso in esame, una casa di…

Read More »

La mediazione su ordine del giudice sbarca anche in appello: è infatti facoltà del magistrato, anche in secondo grado, ordinare alle parti di procedere al tentativo di conciliazione davanti all’organismo apposito, pur in assenza di una norma specifica che preveda tale possibilità. Ciò vale anche per le cause il cui oggetto non rientra tra quelli…

Read More »

Le pubbliche amministrazioni non potranno più sottrarsi ad esperire una mediazione demandata dal giudice, poiché quest’ultima è obbligatoria per legge. È quanto, in sostanza, si deduce dall’ordinanza emessa dal Tribunale di Roma, sez. XIII, il 29 febbraio scorso, attraverso il Giudice dott. Massimo Moriconi. Nell’ordinanza si mette in evidenza che l’invio in mediazione da parte…

Read More »

Se i convenuti, che hanno proposto domanda riconvenzionale nel processo, omettono di partecipare al procedimento di mediazione disposto dal giudice senza addurre alcuna giustificazione, sono condannati al pagamento di una multa pari al contributo unificato e le rispettive riconvenzionali vengono dichiarate improcedibili. Lo ha disposto il Tribunale di Roma, tredicesima sezione, in una sentenza del 17 dicembre 2015 (giudice Moriconi). La vicenda…

Read More »

TRIBUNALE DI PAVIA Sezione III Civile Dott. Giorgio Marzocchi ORDINANZA EX ARTT. 185 bis, cpc e 5, co. 2, D.Lgs. 28/2010 Il giudice istruttore del Tribunale di Pavia, a scioglimento della riserva assunta all’udienza del 19.10.2015; letti gli atti e i documenti del fascicolo; osserva Riservato ogni provvedimento sull’ammissibilità della prova testimoniale in un giudizio…

Read More »

Secondo il Tribunale di Roma (ordinanza del 25 gennaio 2016) la riservatezza nella mediazione è limitata al merito della lite e non agli atti di svolgimento del procedimento ed al rifiuto, espresso al primo incontro, di proseguire nella mediazione. Tale rifiuto, anzi, deve essere verbalizzato, affinché il giudice possa trarne le valutazioni di competenza: ai…

Read More »

Il provvedimento di mediazione demandata è preferibile alla proposta del giudice ex art. 185 bis nell’attuale contesto di non valorizzazione del lavoro del giudice diretto alla conciliazione della causa – indicazioni motivazionali sui punti di forza e di debolezza delle posizioni delle parti nell’ordinanza di invio in mediazione sono possibili ed utili al fine di…

Read More »

La Pubblica Amministrazione non è esonerata dalla mediazione – sia dal punto di vista attivo che passivo – il pregiudiziale rifiuto di partecipazione al procedimento di mediazione è ingiustificato e può comportare oltre all’applicazione delle sanzioni previste espressamente dal d.l.28/2010 anche dell’art. 96 III° con conseguente sicuro danno erariale- il procedimento di mediazione, al quale…

Read More »