Quando la mediazione è obbligatoria lo è pure la presenza dell’avvocato

Le problematiche attinenti alle modalità di comparizione e partecipazione delle parti al procedimento di mediazione civile e commerciale sono nuovamente al centro dell’attenzione a causa (o per merito) di una ordinanza del Tribunale di Vasto del 9 aprile scorso: secondo il Giudice Dott. Fabrizio Pasquale, infatti, la parte è tenuta a ricorrere all’assistenza di un […]

Il giudice punisce la parte che ha rifiutato la mediazione, anche se è vittoriosa.

Ancora una volta il Tribunale di Roma adotta una sentenza “punitiva” nei confronti della parte che ha rifiutato la Mediazione. Con l’ordinanza del 22.2.2017 il Giudice aveva articolato una proposta ai sensi dell’art.185 bis cpc. disponendo che, ove non raggiunto l’accordo, la discussione proseguisse in sede di mediazione (demandata ai sensi dell’art.5 co.II decr.lgsl.28/2010). Benchè […]

Mediazione: non parteciparvi, senza giustificazione, viola il dovere di lealtà processuale

Il giudice può ben disporre la compensazione delle spese tra la parte soccombente in giudizio e la parte da questa chiamata in causa, non soccombente, se ques’ultima non partecipa, in assenza di giustificato motivo, alla mediazione disposta in corso di causa. Tale atteggiamento, infatti, viola il dovere di lealtà processuale stabilito dall’art. 88 del codice […]

Equiparate le udienze giudiziarie e le sedute di mediazione civile. Come dare prova della presenza del praticante senza violare la riservatezza

Pochi giorni fa il Consiglio Nazionale Forense ha risposto positivamente ad un quesito presentato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Bologna, circa l’equiparazione delle sedute di Mediazione alle udienze giudiziarie ai fini della pratica forense*. In particolare, il Consiglio Nazionale Forense ha evidenziato l’importanza che la formazione del praticante contempli anche la partecipazione al procedimento […]

Mediazione: la presenza personale delle parti è indispensabile

Entrambe le parti devono comparire personalmente nel procedimento di mediazione, altrimenti viene dichiarata l’improcedibilità. E’ una sentenza, questa volta del Tribunale di Reggio Emilia del 26 giugno scorso, a ribadire l’importanza della presenza della parti in mediazione, aderendo all’orientamento per il quale è richiesta la presenza delle stesse personalmente (ovvero mediante delega specifica). L’argomento della […]

Mediazione obbligatoria, per declinare l’invito a tentare l’accordo una lettera non basta

Quando la mediazione è obbligatoria perché prevista dalla legge come condizione per procedere al successivo giudizio, le parti sono obbligate a partecipare personalmente, senza poter delegare il proprio avvocato e dovendo personalmente presenziare all’incontro. Non è quindi possibile essere assenti alla conciliazione, salvo sussista un giustificato motivo. Questo significa che non è neanche possibile inviare […]

Il mediatore può (e deve) aiutare il giudice a valutare la condotta delle parti in mediazione

Lo scorso 26 settembre il Tribunale di Pavia (Giudice estensore dott. Marzocchi) ha emesso una nuova importante ordinanza in materia di mediazione. Il Mediatore deve verbalizzare la non adesione delle parti. In particolare il Giudice, aderendo ad un ormai consolidato orientamento giurisprudenziale, ha confermato e sottolineato l’importanza di indicare nel verbale quale delle parti presenti […]

Il tempo della mediazione: a cosa serve davvero il termine dei tre mesi

Il procedimento davanti all’organismo di mediazione, in determinate materie imposto come condizione necessaria per poter poi procedere in tribunale, deve durare massimo 3 mesi. Ma la legge non specifica quali siano le conseguenze in caso di sforamento di tale tetto temporale. C’è però una sentenza del Tribunale di Roma che, occupandosi del tema, ha cercato […]