Il giudice può ben disporre la compensazione delle spese tra la parte soccombente in giudizio e la parte da questa chiamata in causa, non soccombente, se ques’ultima non partecipa, in assenza di giustificato motivo, alla mediazione disposta in corso di causa. Tale atteggiamento, infatti, viola il dovere di lealtà processuale stabilito dall’art. 88 del codice di procedura civile. È quanto stabilito dal Tribunale…

Read More »

Dall’analisi dei dati statistici disponibili a livello europeo emergono due evidenti paradossi. In primo luogo, si rileva che, nell’Unione europea, soltanto una controversia su cento di quelle che arrivano nei tribunali approda in mediazione. In secondo luogo, ed è forse il vero paradosso della mediazione (in Italia e per converso anche in Europa), è che…

Read More »

Pochi giorni fa il Consiglio Nazionale Forense ha risposto positivamente ad un quesito presentato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Bologna, circa l’equiparazione delle sedute di Mediazione alle udienze giudiziarie ai fini della pratica forense*. In particolare, il Consiglio Nazionale Forense ha evidenziato l’importanza che la formazione del praticante contempli anche la partecipazione al procedimento…

Read More »

Di seguito la traduzione in tedesco del nostro articolo del 24 giugno scorso sulla stabilizzazione della mediazione nell’ordinamento italiano. Traduzione a cura di Felicia Guarini, mediatrice e coach italiana che vive e lavoro in Germania.   Bis zum 20. September diesen Jahres hätte der Gesetztgeber Zeit gehabt, die Teilnahme an einer Mediation in bestimmten Zivil-…

Read More »

Anche in Germania si interessano alla mediazione italiana. L’articolo pubblicato sul nostro sito, infatti, è stato riportato anche in tedesco da Felicia Guarini suscitando notevole interesse. A questo link è possibile visionare l’articolo. Qui in basso, invece, riportiamo il testo integrale: In Italien ist Mediation nicht mehr „auf Probe“, sondern gesetzlich verankert von Alessio Bellanza Bis…

Read More »

Il 12 settembre scorso, il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione su determinati aspetti della mediazione in materia civile e commerciale a quasi otto anni dalla trasposizione della Direttiva del 2008 avvenuta nel 2010. Dopo aver citato l’esempio italiano come una best practice dove il ricorso alla mediazione è sei volte superiore rispetto al resto…

Read More »

Il 20 settembre prossimo sarebbe scaduto il tempo a disposizione del legislatore per rendere permanente la partecipazione al tentativo di mediazione in alcune materie civili e commerciali come  condizione di procedibilità. Ma, per fortuna, il Senato ha convertito definitivamente in legge la cosiddetta “manovrina” (ovvero la manovra correttiva da 3,4 miliardi) all’interno della quale c’è…

Read More »

  “Il diritto dell’Unione non osta a una normativa che prevede, nelle controversie riguardanti i consumatori, il ricorso alla mediazione obbligatoria prima di qualsiasi domanda giudiziale. Poiché deve essere garantito l’accesso alla giustizia, il consumatore può però ritirarsi dalla mediazione in qualsiasi momento senza doversi giustificare”. Così recita la sentenza del 13 giugno 2017 della…

Read More »

La società cambia, i corpi intermedi latitano e la giustizia è chiamata, specie negli ultimi decenni, a un ruolo di mediazione sociale e interindividuale che non le è proprio. Vanno rafforzati, pertanto, i sistemi di ADR in una prospettiva non più meramente deflattiva del «contenzioso in esubero» «Il Paese dove tutto finisce in tribunale» è…

Read More »